TATRA: LA CASA RIVOLUZIONARIA CHE NESSUNO CONOSCE!


Conoscete la Tatra? Probabilmente no, perché almeno qui da noi in Italia è molto poco conosciuta. Ma se vi dicessi che è stata la terza casa automobilistica a essere fondata nella storia, dopo Mercedes-Benz e Peugeot? E se vi dicessi che il Maggiolino (e quindi la Porsche 911) è nato copiando una Tatra?

Questa storia inizia in Repubblica Ceca, per la precisione a Kopřivnice (non chiedetemi come si legge!). È qui che nel 1850 viene fondata l’azienda, che prende il via producendo carrozze. Nel 1897 nasce la prima auto, la Präsident, costruita in legno e ferro con un motore due cilindri Benz e l'incredibile velocità massima di 30km/h!

Nei decenni successivi, l'azienda si sviluppa e produce un po' di tutto: auto, camion, aerei, mezzi militari…insomma, qualunque cosa abbia un motore (e possibilmente possa servire in guerra). Ma veniamo agli aspetti un po' sfiziosi e per i quali meriterebbe di essere molto più nota!

Innanzitutto, il progettista Hans Ledwinka sviluppa il concetto del telaio monotrave tubolare, nel quale un grosso tubo centrale fa come da spina dorsale che unisce gli assi anteriori e posteriori; al suo interno invece passa l'albero di trasmissione. A questo sono collegati dei differenziali appositamente pensati per permettere l'oscillazione dei semiassi senza la necessità di giunti flessibili. Detto in soldoni: i due semiassi che portano la trasmissione alle ruote possono muoversi liberamente su e giù, seguendo i movimenti delle ruote.

Questa struttura è ancora oggi utilizzata sui mezzi pesanti perché permette di avere una trasmissione molto robusta e affidabile e un'ottima escursione delle ruote. Inoltre, è particolarmente comoda per i mezzi modulari dove, a seconda delle necessità, si aggiungono ruote. Pensate che Tatra produce mezzi fino a 18x18, altro che trazione integrale!

Altra importante innovazione fu lo studio dell'aerodinamica. Pensate che la T87, presentata nel 1936, aveva un Cx (se non sai cosa sia, corri su Instagram dove troverai un post dedicato!) di 0,36, pari a quello della Ferrari Testarossa! Questo principalmente grazie al muso rastremato e al posteriore spiovente.

Ma il modello che forse più di tutti scrisse la storia fu la V570, presentata nel 1931. Motore boxer due cilindri raffreddato ad aria con valvole in testa da 850cc di cilindrata e ben 18 cavalli. Il motore boxer in posizione posteriore permetteva di mantenere molto spazio in abitacolo e al contempo di avere una forma aerodinamica.

La V570 piacque molto a un certo Adolf Hitler, che a un certo punto disse a un tale chiamato Ferdinand Porsche: «È questa l'auto che voglio per il mio popolo!». Ed ecco che magicamente nacque la Volkswagen con il Maggiolino, curiosamente simile alla V570!

Nel frattempo, la Germania aveva invaso la Cecoslovacchia, quindi non fu molto facile per Ledwinka far valere i propri brevetti! Anzi, pensate che nel dopoguerra fu pure incarcerato per aver aiutato Hitler con la produzione della propria azienda. Nel 1961 però Tatra ricevette da Volkswagen un risarcimento di tre milioni di marchi per violazione di brevetto!

151 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti